27 Gennaio Giornata della MEMORIA

GIORNATA DELLA MEMORIA 27 GENNAIO –
La Giornata della Memoria è una ricorrenza internazionale che viene celebrata ogni anno il 27 gennaio al fine di commemorare le vittime dell’Olocausto.
Tale importante ricorrenza è stata stabilita il 1° novembre 2005 nel corso della 42° riunione plenaria dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la risoluzione 60/7; la riunione ha fatto seguito a una sessione speciale che si era invece tenuta il 24 gennaio 2005, giorno in cui la stessa Assemblea celebrava il 60esimo anniversario della liberazione dei campi di concentramento e, di conseguenza, la fine dell’Olocausto.
Perché è stato scelto proprio il 27 gennaio? Questa data è particolarmente significativa perché il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, le quali marciavano in direzione della Germania impegnate nell’offensiva Vistola-Oder, entrarono ad Auschwitz per finalmente liberarla.

> Giornata della Memoria 2020: tutti gli eventi e le iniziative in Italia

Giornata della Memoria 27 gennaio | La storia della ricorrenza
Il 27 gennaio 1945 le truppe della 60ª Armata del 1° Fronte ucraino guidate dal maresciallo Ivan Konev riuscirono infatti ad arrivare per prime nella città polacca di Oświęcim e, una volta lì, scoprirono il vicino campo di concentramento di Auschwitz e ne liberarono i superstiti. È stato infatti con la scoperta di Auschwitz prima e con le testimonianze dei suoi sopravvissuti poi che fu rivelato dettagliatamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazifascista.

Purtroppo molti dei prigionieri sani del campo di sterminio erano stati portati via circa 10 giorni prima dai nazisti che battevano in ritirata; furono in tanti a morire anche proprio durante quella marcia di fuga verso un epilogo ormai scritto.

Invia un commento